Mary Giare

Da indiscrezioni pare che gli esperti del ministero avessero individuato lei come ipostasi montaliana della “figura femminile salvifica e consolatoria”.
Per fortuna una segretaria, notando come Mary fosse “pallido e assorto”, ha riconosciuto in lei suo zio Oscar.
Se no sai che gaffe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *